Dr. Giovanni Moscarella - Nutrizionista - Napoli - www.nutrirsi.net

lunedì 18 marzo 2013

Le interazioni affettive incidono sulla fisiologia e, dunque, su funzionalità ed estetica.

-  Seminario in Counselling e Mediazione Familiare -
L'impostazione Antropologica e Sociologica ha rilevato aspetti deteminanti.




1) Le ansie provocate da interazioni affettive contrastanti si riflettono insidiosamente sulla forma  
del corpo e sulle funzioni organiche, mediante lievi alterazioni ormonali che a cascata   debilitano e  deprimono i nostri potenziali estetici e psico-fisici.

2) La Dr.ssa Huober ha evidenziato come l'evoluzione del rapporto di coppia sia scandita da fasi particolari che, se non riconosciute e non elaborate dagli interessati, possono far degenerare il connubio, lasciando rabbia e insicurezze che si riverbereranno nell'intera esistenza dell'individuo.


3) La Dr.ssa Miccio ha mostrato come sia fondamentale la Mediazione Familiare quando la relazione è in caduta libera, affinché i protagonisti si facciano meno male, imparino a migliorarsi dal vissuto particolare, non investano dolorosamente i figli e riconoscano la "normalità" e i motivi degli eventi, riportandosi alle necessità del "qui e ora".

Si invita a considerare i prossimi incontri che, tra Seminari e Corsi in altre discipline del Benvivere, conferiranno competenza per un migliore stato di salute e per una divulgazione a rete di tutto ciò che esalti le nostre capacità.

Vedi sito : http://dietatleticabiosofica.weebly.com/seminari-e-corsi.html
Sotto è possibile vedere l'intero Seminario diviso in sezioni  per una più comoda visione.






venerdì 1 marzo 2013

Acqua veritas

L'acquadieta e acqua è fondamentale per l'organismo: è infatti il mezzo attraverso il quale si svolgono tutte le reazioni metaboliche.
Interviene nei processsi digestivi, nella regolazione della pressione osmotica, nel trasporto delle sostanze nutritive e nel mantenimento della temperatura corporea.
Quando l'acqua introdotta e formatasi nell'organismo equivale a quella eliminata (urine, sudore, respirazione e traspirazione) l'individuo è in equilibrio idrico.
L'acqua è il nostro costituente fondamentale: nell'organismo umano adulto è presente in una quantità pari al 60% del peso corporeo, mentre alla nascita raggiunge circa il 75%.

La pelle è la parte del corpo dove l'acqua è presente in maggior quantità, specialmente negli strati più profondi che sono costituiti dal 70% da acqua.
Bere abbondantemente aiuta a mantenere la pelle ben idratata, giovane ed elastica, soprattutto nei mesi estivi, quando l'esposizione prolungata ai raggi del sole comporta una maggior perdita d'acqua, rendendola più secca.
La giusta quantità d'acqua permette al cervello di controllare correttamente i meccanismi di termoregolazione del nostro corpo. La mancanza d’acqua da origine a scompensi come: crampi, sensazione di spossatezza e mancamenti nei casi di disidratazione più gravi.
La presenza dell'acqua è fondamentale nel sangue, non solo perché è il principale elemento del plasma (la componente liquida del sangue), ma anche perché assolve all'importantissima funzione di regolare il volume del sangue e la sua fluidità. Un organismo fortemente disidratato ha il sangue più denso e, di conseguenza, la circolazione rallentata.
Senza cibo possiamo sopravvivere relativamente a lungo (anche 10 settimane), ma senza acqua la nostra vita si spenge in poco tempo, addirittura in due/tre giorni. Questo perché l'acqua è il componente principale del nostro organi­smo: il nostro corpo infatti è costituito dal 60/70% di acqua, quantità che varia in base all'età, al sesso e alla proporzione tra tessuto muscolare e grasso.
Basti ricor­dare comunque che il plasma del sangue è costituito per più del 90% da acqua, che i muscoli ne contengono il 75%, che ogni funzione dell'organismo ha bisogno di acqua, dalla digestione alla circolazione, che tutte le reazioni chimiche che ci ten­gono in vita avvengono nell'acqua, che è sempre l'acqua a espellere le scorie pro­dotte dal nostro organismo. L'acqua va quindi assunta ogni giorno, con dosi che variano da individuo a individuo, dalla stagione, dall'attività fisica svolta e dal tipo di alimentazione.
L'acqua è contenuta anche in numerosi alimenti, primi tra tutti la frutta e la verdura, il pane, la pasta e la carne che ne assumono anche in cottura. L’acqua, come le vitamine e i minerali, è considerata un costituente non energetico dell’alimentazione, in quanto non apporta calorie. Ha importanza fondamentale in tutte le reazioni chimiche che si svolgono all’interno del nostro organismo.
Una volta la gente andava a piedi al pozzo a prendere l’acqua ed era gratis. 
Oggi si va in auto al supermercato e la si paga 400 volte più cara di quella che esce dal rubinetto.
Altroconsumo ha stimato che gli italiani ne bevano 172 litri a testa, all’anno.
 Le 250 aziende produttrici hanno un fatturato di 2 miliardi di Euro.
L’acqua del rubinetto è più garantita e controllata, oltre che sicura e salubre. - spiega Claudia Chiozzotto, curatrice dell’indagine - in 35 città del nostro paese la nuova legge che impone limiti più severi è rispettata. Nel 2003 le analisi dell’acqua di Palermo, Milano e Torino avevano rivelato la presenza rispettivamente di nitrati, trielina e percloretilene oltre i limiti della direttiva UE.
Il ricorso all’acqua in bottiglia potrebbe essere giustificato a Genova e Catanzaro, dove i campioni prelevati alle fontanelle pubbliche (da cui sgorga la stessa acqua che esce dai rubinetti delle case) non hanno dato buoni risultati ai test. L’acqua migliore, quella più cristallina, è negli acquedotti di Cagliari, L’Aquila, Pavia, Bergamo; buone anche le prove di Roma e Milano, che fanno passi avanti rispetto ai risultati di tre anni fa.
Comunemente si crede che l’acqua con elevate quantità di calcio e magnesio, di alta durezza, abbia un effetto negativo sulla salute: i più pensano immediatamente che possa favorire la calcolosi. In realtà - e studi scientifici lo dimostrano - la durezza dell’acqua protegge da malattie cardiovascolari”.
E proprio la bassa durezza è stata la caratteristica che ha fatto guadagnare la maglia nera alla città di Catanzaro: le acque più leggere, infatti, possono portare in sospensione i metalli, e la città calabrese è stata bocciata proprio per l’elevata presenza di nichel e alluminio.
Comprare acqua minerale è un’abitudine che costa caro, sia al portafoglio che all’ambiente, con oltre 200.000 tonnellate di plastica prodotta per imbottigliare circa 11 miliardi di litri d’acqua.
Ai consumatori che, sicuri dell’igenicità dell’acqua del rubinetto si lamentano del gusto sgradevole, Claudia Chiozzotto fa notare “molti non sanno che bisogna solo lasciar riposare l’acqua per alcuni minuti, e il sapore si assesta, diventando gradevole.”
E' bastato che coop avviasse la pur timida campagna Acqua di casa mia a favore dell'acqua del rubinetto, per scatenare l'irritata risposta della lobby delle acque in bottiglia: qualche giorno fa mineracqua ha comprato un'intera pagina dei principali quotidiani nazionali per proclamare la sua "verità".
Peccato che la campagna della lobby contenga diverse bugie.
Si dice che l'acqua imbottigliata "sgorga pura da sorgenti protette e incontaminate" (facendo così pensare alle pubblicità di cascate, ghiacchiai e neve). Bene, non è sempre così.
Le acque in bottiglia riportate qui sotto ad esempio  non provengono da sorgenti di montagna incontaminate, ma dalla normale falda di pianura o da sorgenti collocate in zone fortemente antropizzate.
Marchio Società Fonte Altidudine
S. Benedetto S.Benedetto Scorzè (VE) 16 m s.l.m
Vera - In Bosco Nestlè S.Giorgio in Bosco (PD) 60 m s.l.m
S. Francesco Spumador Caslino al piano (CO) 313 m s.l.m.
S. Antonio Spumador Caslino al piano (CO) 313 m s.l.m.

Si dice che l'acqua imbottigliata "deve rispettare precisi parametri di legge" senza deroghe.  
Non si dice che i valori limite di legge di alcuni contaminanti (Arsenico, Cadmio, Alluminio, Ferro, Manganese, Nickel e ione Fluoruro) sono più bassi per l'acqua potabile del rubinetto che per l'acqua in bottiglia.(1).

Non si dice nemmeno che alcuni di questi parametri sono inadatti a un consumo quotidiano, come nel caso delle acque fortemente mineralizzate. Acque "minerali" con un residuo fisso superiore a 1 grammo/litro sarebbero fuori legge se dovesse uscire da un rubinetto!(2)
Si dice che l'acqua "è imbottigliata in contenitori riciclabili".
Non si dice che per produrre i 35 grammi di plastica di una bottiglia da 1 litro e mezzo occorrono quasi 90 grammi di petrolio, oltre 2 litri d'acqua e si emettono 160 grammi di CO2. (3)
Si dice che l'acqua "raggiunge casa vostra con la purezza e il gusto originari".   

Non si dice che l'acqua in bottiglia percorre a volte lunghissime distanze: 1000 km per l'acqua del Vulture venduta nelle stazioni ferroviarie di Torino, oltre 800 km per l'acqua di Vinadio venduta a Cagliari, oltre 2000 metri di salita per l'acqua della pianura veneta venduta nei rifugi delle dolomiti. (4) Il trasporto richiede ulteriore consumo di energia.
Durante il trasporto l'acqua può restare per ore sotto il sole  raggiungendo anche alte temperature, per cui non è detto che abbia sempre "la purezza e il gusto originari".
Si dice che l'acqua in bottiglia "può avere proprietà favorevoli per la salute", riconosciute perfino dal Ministero della salute. E quali sarebbero queste grandiose proprietà?
La maggior parte delle etichette riporta le diciture "può avere effetti diuretici" e "può avere effetti digestivi". Ah, sarebbero queste le proprietà salutari?
Altre acque sostengono di avere proprietà idratanti (ma dai!), oppure dimagranti (?). Se è per questo potrebbero anche scrivere "può contribuire alla sudorazione", oppure "può bagnare"...
Cerchiamo di non farci imbrogliare, lasciamo le costose e insostenibili bottiglie di plastica sugli scaffali dei supermercati e brindiamo insieme con l'acqua potabile dei nostri rubinetti.

(1) I limiti di legge sono riportati nella seguente tabella:



 

(2) Qualcuno mi sa poi spiegare perchè la veneta acqua S Benedetto viene analizzata dall'Università di Napoli?
(3) Valori elaborati sulla base dei dati dell'analisi LCA di plastics europe. Durante la lavorazione di una bottiglia si emettono anche ossidi di zolfo e monossido di carbonio
(4) Esperienze personali
Il sito acqua2o.it fornisce scansioni di tutte le etichette nazionali e internazionali di acqua minerale; non è un sito di idrologi o di attivisti, ma di collezionisti... comunque è assai utile per reperire informazioni sulle acque in bottiglia
La Direttiva Europea per la qualità dell'acqua pubblica del rubinetto è la 98/83/CE.





fonti:
ecoblog
ecoalfabeta