Dr. Giovanni Moscarella - Nutrizionista - Napoli - www.nutrirsi.net

sabato 31 dicembre 2011

Esistono i cibi "droga"?

Tutti noi siamo portati a pensare che le droghe facciano parte solo dei cosidetti "tossici" ossia di coloro che utilizzano sostanze stupefacenti, che crea loro una totale dipendenza dalla sostanza. Secondo uno studio pubblicato da Nature science ,  condotto sui topi del Laboratorio dello Scripps Research Institue in Florida. Dopo un mese e mezzo di dieta  ricchi grassi animali  come pancetta, salsicce e zuccheri semplici  torte e cioccolato,merendine ect.. iniziavano a comportarsi come veri e proprio "tossici" : mangiavano in continuazione e volevano alzare la dose. Ed è a questo punto che entra in gioco la dopamina  responsabile del "piacere" chimico attraverso il suo neurotrsmettitore, con la conseguenza che alti valori di dopamina in circolo causino un abbassamento dei recettori del cervello, inducendo, per aumentare il piacere a nuova richiesta di cibo "spazzatura, con un notevole aumento del peso dei topi. Imparare a conoscere ed a nutrirsi  in maniera più consapevole, renderà equilibrato questo meccanismo,consentendo un controllo ottimale del proprio peso corporeo.

martedì 29 novembre 2011

SEMINARIO (GRATUITO) SUI PRINCIPALI ASPETTI NUTRIZIONALI

BAGNOLI (Napoli). 
SABATO 10 DICEMBRE ore 18.00, PRESSO LA  "IESO ACADEMY", NEL PROSSIMO SEMINARIO (GRATUITO) SI VA AL CONCRETO - IN SINERGIA CON AUSILIA DI NATURAMICA, FONDAMENTALE INCONTRO SULLA PRATICA DELLA EU-NUTRIZIONE - ZONA BAGNOLI NEI PRESSI DI PIAZZA SALVEMINI- VIA DIOMEDE CARAFA, 58 - NAPOLI.
Il civico 58 è accanto alla pasticceria "Pineto" e comprende vari fabbricati; una volta entrati nel parco troverete un incrocio, svoltate a destra e ci troverete in fondo al viale.

www.ieso.it

sabato 26 novembre 2011

SEMINARIO "LA DIETA BIO-SOFICA". presso la sede dell’Associazione "La Biolca"

BATTAGLIA T. (PADOVA) - Domenica 27 novembre 2011 dalle ore 9,30 alle ore 12,30 presso la sede dell’Associazione "La Biolca". La sofferenza attuale del libero e promiscuo cacciatore-raccoglitore nomade emerge dall’amorfo e cagionevole “civilizzato”. I danni dello “stanzialismo” non si riparano con le dietine e con i farmaci, ma conoscendo le proprie origini e con l’introspezione. Le cellule hanno fame e non vorrebbero morire. La loro intelligenza è l’essenza umana che molti medici “dimenticano” e che le case farmaceutiche colonizzano


http://www.labiolca.it/
info@labiolca.it